Consulenza internazionalizzazione

consulenza internazionalizzazioneSi parla di consulente per l'internazionalizzazione per indicare quel professionista che abbia maturato una certa esperienza nei mercati internazionali e che sia, di conseguenza, qualificato ad assistere, accompagnare e fornire consulenza per internazionalizzazione a un'azienda. Gli strumenti di cui questo professionista dispone sono variegati: comunicazione, marketing, strategia, assistenza legale e tributaria sono solo alcune delle fondamenta sulle quali si deve basare il suo lavoro. L'obiettivo? Far sì che l'azienda possa introdursi in un nuovo mercato internazionale, in base alla sua produzione e ai suoi obiettivi.

Quando un'azienda richiede consulenza per l'internazionalizzazione, significa che è arrivato il momento di studiare i mercati esteri, per comprendere quale sia il piano più indicato per potersi inserire in maniera agevolata nel target di riferimento. Il consulente per l'internazionalizzazione preparerà, in primo luogo, un piano di export, ovvero una strategia per poter entrare nel mercato, sfruttando la collaborazione di agenti, distributori, uffici di rappresentanza e di comunicazione. Un'alternativa potrebbe essere la Joint-Venture, ovvero un'alleanza strategica con dei partner locali già inseriti sul mercato, in grado di apportare miglioramenti alle performances aziendali.

Ciò che occorre sapere, prima di richiedere consulenza per internazionalizzazione, è che questo delicato ampliamento di target non rappresenta una via d'uscita solita per una crisi economica interna: se l'azienda non dispone di un capitale d'investimento iniziale ed è, di conseguenza, a budget zero, sarà praticamente impossibile realizzare un piano di azione per generare nuove entrate in altri Paesi. Saranno, invece, essenziali una strategia efficace, un budget specifico, un inquadramento fiscale nel mercato estero e un'ottima consulenza per l'internazionalizzazione dell'azienda.